Testata iscritta al tribunale di Roma n. 129/2012 del 3/5/2012. ISSN: 2280-4188

Il Documento Digitale

Andrea PIAZZA

Andrea_Piazza-289x300Andrea PIAZZA è National Security Officer della filiale italiana di Microsoft, dove coordinale le attività volte a promuovere la consapevolezza e l’adozione delle tecnologie di sicurezza da parte dei clienti, gestendo i rapporti sulle tematiche di sicurezza e cybersecurity con le government élites, i leader accademici e i decisori pubblici.

A livello EMEA coordina i servizi di sicurezza del supporto Microsoft, come Security Assessment, Workshop,  attività di risposta agli incidenti e di remediation.

 

 

 


Articoli pubblicati da MICROSOFT

windows-10-logo TELEMETRIA IN WINDOWS 10 -
di Carlo Mauceli (N. II_MMXVI)
“It’s not just simple mechanics, although there are big changes in terms of our development methodology, our deployment policy, our servicing. It’s much more fundamental than that. For us, it is about aligning our goals of successful Windows with customers and their experience and engagement with Windows. That’s what Windows-as-a-service means.” - Satya Nadella, Microsoft CEO, January 21, 2015
microsoft-logo-square LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NEL CLOUD -
di Bianca Del Genio (N. I_MMXVI)
Lo stato dell’arte della disciplina legale del cloud, dal Garante della Privacy italiano al Working party 29, con uno sguardo veloce al futuro che ci aspetta. Secondo lo studio dell’istituto Forrester Research, la spesa per i servizi cloud nel 2016 potrebbe raggiungere i 106 miliardi di dollari nel mondo, il che significa un aumento del 21% rispetto ai livelli di spesa registrati nel 2015. Lo studio del Computer World Forecast 2015 ha trovato che, ad oggi, le iniziative di cloud computing sono i progetti più importanti per la maggioranza dei dipartimenti IT.
microsoft-logo-square IL FURTO DI CREDENZIALI: MISURE DI PROTEZIONE E DETECTION -
di Andrea Piazza (N. IV_MMXV)
Nel furto di credenziali, l’attaccante cattura le credenziali di accesso da un sistema compromesso, e le riutilizza per accedere sulla rete a tutti i sistemi dove quelle credenziali sono valide. Esiste un principio che, se rispettato nell’ambito dei processi di amministrazione, aiuta a minimizzare questa tipologia di rischio: è il principio di evitare di esporre credenziali privilegiate su sistemi meno privilegiati e potenzialmente compromessi. Un utente privilegiato dovrebbe quindi evitare di compiere attività rischiose (come navigare o leggere la posta) dalla stessa postazione che usa per fare attività di amministrazione. Microsoft ha introdotto sul mercato nel 2015 la soluzione denominata Advanced Threat Analytics (ATA), che fornisce in modo semplice e veloce la possibilità di identificare le attività sospette di utenze e sistemi, e di fornire informazioni sulle minacce chiare e rilevanti su un timeline dell’attacco di facile lettura.
Translate »