Testata iscritta al tribunale di Roma n. 129/2012 del 3/5/2012. ISSN: 2280-4188

Il Documento Digitale

LAND

LAND è nata nella seconda metà del 1993 e da allora ha visto crescere di pari passo il proprio mercato e le proprie risorse offrendo, nell’ambito delle proprie soluzioni, i migliori prodotti, grazie ad accordi di partnership raggiunti con grandi società operanti nel settore dell’office e dell’IT. Tale necessità, infatti, è sempre più sentita ed offre ulteriori ampi spazi di lavoro sia nel mondo della Pubblica Amministrazione, che dei Fornitori di Servizi, che nel settore Bancario e fra le P.M.I. L’organico è formato da personale specializzato che opera nei diversi settori aziendali e venditori ed analisti, esperti in campi specifici, valutano le esigenze del Cliente al fine di sviluppare ed implementare soluzioni Software ed Hardware.

Il Lab.LAND (laboratorio di sviluppo software), in cui operano ingegneri con specializzazioni in vari settori informatici e delle telecomunicazioni, è impegnato per risolvere quotidianamente le problematiche di sicurezza nella gestione documentale ed, in genere, a sviluppare applicazioni che permettano un più amichevole approccio, da parte degli utenti, con la firma digitale e la smaterializzazione documentale.

 


Articoli pubblicati

Durc DURC INTERNO: UN SEMAFORO PER SEGNALARE LO STATO DEL DOCUMENTO
di Marco Polsi (N. II_MMXIV)
INPS - Messaggio n. 2889 del 27 febbraio 2014 e messaggio n. 4069 del 14 aprile 2014. Il 15 maggio 2014 è stata riavviata la procedura atta a rilevare eventuali inadempienze delle aziende in tema di regolarità contributiva, a cui sono subordinati i benefici normativi e contributivi previsti dalla finanziaria 2007 (legge 296/2006, articolo unico, comma 1175).
digital-document PRIME INDICAZIONI OPERATIVE SULLA REGOLARITÀ AMMINISTRATIVA E CONTABILE DEI DOCUMENTI INFORMATICI
di Marco Polsi (N. I_MMXIV)
Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) - Circolare del 20 gennaio 2014, n. 3. La Circolare del MEF “Controllo di regolarità amministrativa e contabile su documenti informatici. Prime indicazioni operative“ è stata preparata a seguito di numerosi quesiti pervenuti al Dipartimento Generale dello Stato inerenti alla possibilità di accettare, in sede di controllo di regolarità amministrativa e contabile di cui al decreto legislativo 30 giugno 2011, n.123, documenti in formato elettronico trasmessi a mezzo posta elettronica ordinaria, posta elettronica certificata, ovvero presentati su supporti quali CD-ROM o altri dispositivi di memorizzazione digitale.
timbro-digitale IL GLIFO TRA CAD, LINEE GUIDA E MONDO REALE (II PARTE)
di Marco Polsi (N. III_MMXIII)
Decreto Legislativo n. 82 del 7 marzo 2005 (CAD) - Testo vigente dal 20 aprile 2013. Nel precedente numero: genesi legislativa legata al quinto comma dell’articolo 23 del CAD intitolato “Copie di atti e documenti informatici”. In questo numero si riporta una possibile risposta ai seguenti quesiti: 1) come mai non si è riusciti a scrivere in maniera più chiara il concetto, senza ulteriori rimandi ad altre Leggi; 2) chi deciderà quali lettere della Pubblica Amministrazione hanno valore certificativo; 3) necessità del Timbro Digitale tra i rapporti tra PA e Privati e non anche, in alcuni casi, tra la stessa PA.
Translate »